Ruffino, un vino da Urlo

Un lancio provocatorio per Urlo, il nuovo vino di casa Ruffino. Provocatorio a partire dall’etichetta, sviluppata dallo studio Simonetta Doni di Firenze, che nella sua semplicità lancia un messaggio chiaro e soprattutto forte. Il lancio del nuovo vino, nato dall’unione di Merlot, Cabernet Sauvignon, Petit Verdot e Alicante allevati a Murlo, e da una ricerca quasi decennale per trovare la chiave più adatta per questo vino e per il territorio che rappresenta, sarà supportato da una bella campagna stampa, curata dal fotografo Carlo Vigni, recente vincitore di un importante riconoscimento internazionale, il Graphis Photography Annual di New York, grazie alla campagna “Momenti Ruffino”. Un’immagine anch’essa di grande impatto sulla quale Ruffino punta parecchio, al punto da dedicarle una gigantografia che farà da scenografia alla degustazione del vino nell’ambito del prossimo Vinitaly.

Questo articolo è disponibile anche in: Italian

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Salerno, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR, seconda edizione nel 2017), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Leave a Reply

*