Distillato di marketing: promuoviamo la grappa!

Promozione[INCIPIT]Se il marketing è una tematica sempre più attuale nel mondo del vino, anche il mondo della grappa sta evidenziando una simile attenzione alla materia. Negli ultimi anni, infatti, in questo settore ci si è mossi sempre più nella direzione di un marketing efficace inteso anche come innovazione pur con un prodotto fortemente legato alla tradizione.
Certo, la grappa resta ancora una realtà di nicchia rispetto all’universo del vino e delle altre bevande alcoliche, tuttavia, come ha fatto di recente notare Cesare Mazzetti, presidente dell’Istituto Nazionale della Grappa, è stato proprio questo essere di nicchia a preservare il distillato tutto italiano dalle oscillazioni della moda. Il mercato della grappa, con i suoi 40 milioni di bottiglie, resta infatti stabile, e in mezzo a questi milioni di bottiglie, si formulano strategie di marketing sempre più accattivanti, passando dalle scelte che riguardano l’innovazione di prodotto, fino a quelle che puntano più sulla brand image e l’immagine aziendale.
Continua a leggere il mio articolo su Tigulliovino

Foto di Michal Koralewski

Questo articolo è disponibile anche in: Italian

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (terza edizione 2021, Edizioni LSWR), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Leave a Reply

*