Vino Doc Spagna

E ci siamo. Già da tempo sento parlare nel settore di come i vini australiani abbiano un vantaggio commerciale nel mercato internazione legato al fatto che le etichette non confondono il consumatore con infinite denominiazioni, ma sono tutte riconducibili alla “Doc” onnicomprensiva “Australia”.

Ora ci si mettono anche gli spagnoli, che hanno lanciato la marca “Vignobles d’Espagne” per i vini da tavola a origine geografica (l’equivalente del francese vins de pays). Tra gli obiettivi, oltre a quello di aumentare il consumo interno, c’è pure quello, di incrementare la competitività nei confronti dei vini australiani e cileni sul mercato britannico. Toh, guarda.

Una foto della campagna spagnola di Christoph Schmitz.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Salerno, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR, seconda edizione nel 2017), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Lascia un commento

*