Trucioli, notizie d’oltralpe

Quotidiani esteriEcco giusto una segnalazione per un dossier appena uscito sul sito francese Vinimarket. Qui si parla di trucioli, distinguendo le varie forme di trucioli da aggiungere al vino (suddivise in base alle dimensioni… triciolini o trucioloni???), con indicazioni su come sviluppare un profilo boisé grazie ai trucioli, e alcuni consigli da chi i trucioli già li utiizza (apertamente). Un’interessante lettura, molto didattica.
Segnalo poi quest’inchiesta sullo stesso tema, apparsa su Le Monde il mese scorso, in cui si fa una panoramica generale, con accenni sul pollice verso degli spagnoli, e l’ok dato da Bordeaux, e si conclude, tra le altre cose, che si arriverà a una viticoltura “a due velocità”: da un lato i tradizionalisti, pronti ad aspettare per avere un prodotto di qualità da offrire ai propri consumatori, dall’altro i modernisti, disposti ad usare anche i trucioli per venire incontro a una nuova tendenza della domanda di vino. Bella scoperta!Foto di Arjun Kartha

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (terza edizione 2021, Edizioni LSWR), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Lascia un commento

*