Spedire vino e altro col corriere: esperienze positive e negative

Mystery ParcelIn questi giorni prefestivi di consegne natalizie in molti staranno spedendo vino col corriere. Per ovvi motivi di lavoro i corrieri passano spesso da queste parti. Alcuni ormai si può dire che mi conoscono. Non avendo un portiere, se possibile faccio mettere in nota di consegnare alla lavanderia accanto, in caso di mia assenza. Altrimenti resta l’incognita dell’orario in cui passeranno, ma va bene così. In diversi anni solo una volta ho ricevuto una bottiglia rotta – e casualmente l’avevano lasciata alla lavanderia lasciando solo una parte delle bolle. I corrieri più disponibili e corretti nella mia personale top 3 sono SDA, Mailboxes Etc e Bartolini. Immagino che molto dipenda dal fattorino che serve la zona ma ad ogni modo, alla luce della mia esperienza come destinatario preferisco scegliere loro anche quando sono il mittente.

Oggi invece la seconda esperienza negativa con la TNT. Stavolta non si trattava di vino ma di una raccomandata. Il corriere è passato ieri mattina. Non ha suonato – il citofono funziona perfettamente, il nome appena sbiadito ma leggibile e infatti, poco dopo che era passato il tipo della TNT, è arrivata l’SDA e ha consegnato tutto senza problemi. Io mi sono ritrovata il bigliettino della mancata consegna più tardi, nella cassetta della posta. Peccato che poi ho scoperto che a mettere il bigliettino non era stato il corriere, ma la signora della lavanderia accanto perché il fattorino ha lasciato il biglietto sotto la sua porta!!! E il bello è che ora dovrei, secondo loro, andare a ritirare la raccomandata direttamente a Pomezia – ovvero a una mezz’ora da dove abito io. Ovviamente ho chiesto se, dato il disservizio, possono passare di nuovo. Si sono fatti lasciare il numero e mi hanno detto che avvertiranno prima che esca il fattorino ma non possono concordare un orario di consegna e neppure il giorno. Lo stesso giochetto me l’avevano fatto anche anni fa, quando da studentessa universitaria avevo partecipato al premio L’Oréal per il marketing, solo che quella volta sono dovuta andare addirittura a Fiano Romano per ritirare un mock-up arrivato da Torino. Inutile dire che la TNT non è un corriere che consiglierei. E voi? Esperienze positive o negative da segnalare? Chi usate di solito?

About Slawka

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la LUISS Business School, l'Università di Salerno, la Fondazione E. Mach e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR) e Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli)

18 comments

Oddio, sai che io invece ho avuto molte esperienze negative con SDA? Positive, invece, con Bartolini (che è il corriere che preferirei, in verità). Con TNT ho ricevuto forse un paio di spedizioni, ma non ricordo nulla di particolare (il che forse significa che non ho avuto cattive esperienze 😉

Noi effettuiamo tante spedizioni giornalmente e abbiamo provato a lavorare con quasi tutti i corrieri, dalla mia esperienza posso dirti che, come hai accennato nel post, dipende molto da zona a zona, più che dal fattorino dipende dalla sede di competenza che impartisce determinate direttive ai collaboratori, ci sono sedi che lavorano meglio e altre meno.
Detto questo, per esempio, noi ci troviamo molto bene con AWS in tutti i periodi dell’anno (hanno il miglior servizio clienti), salvo nei periodi pre-natalizi in special modo quando dobbiamo spedire nei grossi centri come Milano e Roma (sono in tilt ormai dai primi di dicembre).
In questo periodo, invece, utilizziamo molto TNT che stà dimostrando di tenere bene il decuplicare delle spedizioni, consegne “quasi” nei tempi. Purtroppo, però, TNT ha a mio giudizio un pessimo servizio clienti (telefono a pagamento tipo 144 e interminabili attese e spesso si è costretti a chiudere e riprovare, ogni volta con addebbito in bolletta).
GLS ottimo per spedizioni intracomunitarie.

@Ilaria, grazie mille! del tuo commento. In effetti capisco che dipende da zona a zona come ha evidenziato anche Giuseppe.
@Giuseppe – Molto interessante la tua esperienza, tanto più che si basa su un numero rilevante di spedizioni. Grazie! AWS… in effetti sto aspettando da una settimana una spedizione di libri da Viterbo ai Castelli Romani… a farla in macchina un 3-4 ore avrei fatto, andata e ritorno! Però confermo che il loro servizio clienti era davvero cortese.

Brutta esperienza,
queste cose accadono spesso nella parte terminale del viaggio e dipendono fondamentalmente dalla cura con la quale vengono selezionati i padroncini che svolgono la consegna finale, l’attenzione con la quale vengono istruiti e lo spirito di appartenenza che hanno alle filosofie aziendali.
Ho lavorato nella logistica per anni, queste cose le ho vissute da dentro.
Al sud non c’è un corriere al quale si possa affidare serenamente una spedizione in economia, alcune regioni del centro sono un disastro, le cose migliorano al nord.
Il mio consiglio, che poi è quello che faccio io con notevole soddisfazione mia e dei miei clienti è adoperare i migliori.
SDA e POSTE = Economico ma usalo solo se spedisci bulloni
UPS, DHL, FEDEX : hanno direttive da multinazionale e mi spiace dirlo sono imbattibili perché ne pretendono il rispetto su tutta la filiera e soprattutto esigono che ogni filiale operi nello stesso modo.
Io prediligo UPS perché ho imparato a usare servizi diversi a seconda di cosa devo spedire (fragilità e valore) e dove.
Più si alza il fattore (fragilità+valore) e più devo spedire a SUD e più uso servizi garantiti anche se più costosi.
In linea di massima comunque il servizio nazionale UPS STANDARD l’ho sempre trovato il migliore.
Tutti gli altri sono troppo influenzati dalle zone

Ciao, Paolo

Io ho spedito i biscottti di Natale con TNT e tutto è filato liscio.
Quando ricevo i pacchi invece mi capita spessissimo che il corriere (Bartolini) lasci l’avviso senza citofonare (lo so perché quando è capitato ero in casa)o tiri dritto comunicando di non aver trovato nessuno (GLS idem, ero sempre in casa).
Ma secondo me è questione di fortuna, dipende chi porta il furgone quel giorno!

Lascio perdere i corrieri celeri che per quantitativi importanti sono troppo costosi.
Partiti con fercam, molto professionali, raramente ho avuto disguidi, costosi.
Passato per bartolini (che ora fa consegne anche a bancale) corretto e puntuale tranne in una consegna che per poco mi ha fatto perdere il cliente, prezzi molto competitivi. passato a Pmg, devo dire che al momento mi trovo bene, stamattina causa loro ritardo sono partiti con la macchina per consegnare un pacco a brescia.

@Paolo Carlo – interessanti le tue considerazioni riguardo alle multinazionali e alla corporate policy. Non sono una di quelle che dichiarano ogni minuto che negli Stati Uniti le cose funzionano meglio ma col customer care ci sanno fare molto meglio di noi, così come sanno trasmettere una filosofia anche alle sedi staccate – lo so in modo diretto avendo iniziato in Procter & Gamble. Magari ti fanno un po’ un “lavaggio del cervello”, ma la dimensione di appartenenza a un gruppo, l’identificazione con i valori aziendali – anche a livello ossessivo, sia ben chiaro – è qualcosa che in un’azienda italiana più difficilmente si trova.
@Giulia – grazie, almeno col tuo intervento scatta un po’ di par condicio a favore di TNT 😉
@Luca – Bella la tua esperienza con Pmg. Lavori molto con loro? (per capire che tipo di importanza puoi avere come cliente, se simili attenzioni sono destinate a tutti oppure no)

Ciao, quoto Paolo, infatti anche noi usiamo UPS per le consegne veloci in tutto il mondo di piccoli quantitativi (solitamente le campionature) in imballi direi antiatomici, non ci lamentiamo. Per la distribuzione del cartone sciolto Fercam che però è un disastro con le Palette intere, sia in termini economici che di lavoro in senso stretto. Per questa terza fattispecie meglio specializzare il trasporto su padroncino informandosi con chi si lavora dall’altra parte per la fama in zona.

Bartolini? Manco se melo regalano: 2 spedizioni persi 2 clienti.

Urca, parlare bene di un corriere è complicato.
Tnt è riuscita a farmi partire una spedizione diretta in Usa,arrivata in dogana lì, non sdogadanata, riconsegnata a me addebitandomi spese di andata e ritorno con la motivazione che tnt non fa spedizioni di vino in Us. E dire che la fattura proforma che accompagnava la merce riportava addirittura particolari come il grado alcolico del vino.
In italia usiamo gls executive per piccole consegne, ma le rotture sono sempre dietro l’angolo, uno stress.
Provato Dhl: ci ha impegato 1 mese per consegnare un pacco in uk perchè non organizzato per fare ritiri nella mia zona. Ora, a parte il fatto che a volte ci sentiamo in Africa, capisco che ci abbiano messo 5 giorni a fare il ritiro, ma poi? le altre 3 settimane?
Con il corriere tradizionale le cose sono più semplici, ne usiamo uno pugliese che fa consegne in tutta Italia con una sola rottura in 4 anni, puntualità soddisfacente. Naturalmente questa tipologia è utilizzabile per consegne un po’ più grandi, per noi a partire dalle 36 bottiglie.
Nel prossimo libro potresti raccontare delle disavventure con i corrieri, magari dal punto di vista del pacco 😀

@Sara, non credo di aver mai riso tanto dopo la lettura di un commento. Ovviamente mi riferisco all’ultima riga, non alle tue disavventure.

A leggere i vostri commenti ho idea che i corrieri applichino standard da (dis)servizio pubblico in attività che sono assolutamente private. Mi chiedo se ci siano altri settori in grado di tanto.

Volete parlare di corrieri, oggi?

Una consegna di panettoni per un mio cliente è arrivata nel deposito di Bartolini ad Alessandria il 4 /12 e il 14 doveva ancora essere consegnata: dicono che non avevano il numero di telefono e non hanno potuto chiamare il cliente per avvertire del contrassegno.
Naturalmente non si sono degnati di telefonare all’azienda per risolvere, tanto si sà, il panettone si può mangiare anche all’ultimo dell’anno.

Risultato: il cliente è “vagamente alterato” e, a fatica ,ha accettato di ritirare parte della merce; tocca portarla a me ed è dalle 08:30 che aspetto la consegna nel mio uffici (in città). L’autista ha dimenticato il telefonino e non posso sapere a che ora passerà.
Passera?

Volete parlare di corrieri, oggi?

Buongiorno a tutti,

sono il titolare del Mail Boxes Etc 587 di Roma. Siamo un ufficio spedizioni e ci occupiamo della gestione totale delle stesse, anche e soprattutto per la risoluzione dei disguidi. In pratica ci poniamo tra Cliente e Corriere Espresso. Abbiamo tariffe economiche interessanti grazie ad accordi quadro nazionali con UPS,TNT,SDA (utilizziamo anche AWS) e internazionali (Fedex, UPS, TNT).
La maggior parte dei nostri clienti non sono di Roma. Infatti non abbiamo alcun problema a gestire le spedizioni da remoto.

Invito chiunque di Voi a contattarci (06/95222306) per provare e testare i nostri servizi.

Cordiali saluti

Io spedisco con SDA. In genere sempre puntuale. Qualche cliente si è lamentato al Nord del fatto che il fattorino lascia l’annuncio e scappa. Ed ogni tanto la merce arriva ammaccata. Spedisco Olio Extravergine in lattine. Ho provato a fare un contratto con UPS ma i prezzi sono da gioielleria. A mio avviso SDA, come gli altri vettori, soffre nelle risorse umane. Mai le stesse e poi licenziate = servizio scadente. Che ne pensate ?

Salve a tutti, per le spedizioni io uso spedireweb, non so se lo conoscete. Spedireweb è una società che si serve dei corriere più usati in italia (SDA, Bartolini, TNT…)

io lo uso per le mie vendite su Ebay è comodissimo,velocissimo e soprattutto economicissimo….spedire un pacco fino a 7Kg costa € 6,98 e soprattutto non devi fare nessuna fila poichè te lo vengono a ritirare a casa e puoi persino tracciarlo sul sito … se vuoi puoi usare il mio link per registrarti ed otterrai uno sconto del 15% sulla 1° spedizione

https://www.spedireweb.it/user/registrazione/mgm/169208179240016255147006

Registrarsi a Spedire Web è semplicissimo! È possibile compilare il form on line o inserire direttamente la prima spedizione tramite il tab “Spedizione Singola”: una volta completato il tuo ordine riceverai una mail con la conferma della registrazione e le chiavi per l’accesso al tuo profilo.
chiunque può accedere ai servizi di Spedireweb sia aziende che privati (con o senza P.IVA)

I ritiri vengono effettuati a partire dal giorno lavorativo immediatamente successivo per gli ordini inseriti entro le ore 17:00 e la consegna avviene in genere in 1/2 (comunque non oltre 3) giorni lavorativi successivi a quello di ritiro, dal lunedì al venerdì, festività escluse.
Ti avvisano automaticamente via e-mail ed SMS (se hai fornito anche un numero di cellulare).

Inoltre, puoi visualizzare in qualsiasi momento lo stato delle tue spedizioni inserendo il numero ordine in home page o accedendo all’area “Le mie spedizioni”.

Dopo aver inserito i dettagli della spedizione potrai pagare direttamente con carta di credito appartenente ai circuiti American Express, MasterCard, Visa (anche prepagata, ad es. PostePay), o con PayPal.
Spero di essere stato d’aiuto

Rispondi a Angelo Annulla risposta

*