Chianti Classico Wine Challenge

Per voi che non ne potete più di Farmville ma al tempo stesso amate di tanto in tanto perdere cinque minuti con i quiz che girano su Facebook (l’ultimo che ho fatto è stato Quale disastro naturale sei? non so se mi spiego…) ecco una nuova application che fa al caso vostro, soprattutto se siete appassionati di vino e se andrete in Chianti a breve. Si tratta del Chianti Classico Wine Challenge, un nuovo progetto del Consorzio Chianti Classico lanciato in vista della settimana Classico è, dal 29 maggio al 5 giugno 2010. Dieci domande dieci, da quelle sul vino in generale a quelle più difficili sul Chianti Classico. Niente di particolarmente complesso, però, basta che non soffriate della sindrome da clessidra che scorre (perché i secondi corrono via come sabbia tra le mani, soprattutto per gli ansiosi).

Alla fine del quiz si riceve un diploma scaricabile – io non l’ho fatto ma del resto non ricordo neppure dove ho messo il diploma di laurea né tanto meno quello da sommelier! – che indicherà il livello di conoscenza dimostrato. Tre, le categorie: apprendista, esperto e gran maestro (per chi ne azzecca dieci su dieci). I primi mille che stamperanno il diploma (indipendentemente dalla preparazione) e si recheranno presso uno dei due info point di Classico è a Greve o a Castellina in Chianti riceveranno la Classico è Card che dà diritto a uno sconto del 5% su vini acquistati in occasione della manifestazione, pranzi nei ristoranti convenzionati ecc. Certo, il 5% di sconto sembra un po’ poco, lo ammetto, ma per aumentare l’appeal del concorso c’è anche  il premio a estrazione: un weekend di benessere in Chianti. E come cantava quel ragazzaccio di Gianni Morandi, uno su mille ce la faaaaa…

About Slawka

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la LUISS Business School, l'Università di Salerno, la Fondazione E. Mach e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR) e Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli)

Lascia un commento

*