Disservizi Telecom

Attenzione, questo è un post-sfogo (nel senso di post su blog, non di post “già passato”…)

Da una settimana sono senza telefono fisso. Nel passaggio da Telecom a Tiscali con il Voip la Telecom mi ha fatto l’ultimo scherzetto: hanno detto a Tiscali che avrebbero terminato il servizio il 3 marzo e invece il 22 febbraio mi arriva l’ultima telefonata da un tecnico che con tono addirittura risentito mi dice che hanno appena fatto il lavoro da me richiesto. Io chiedo quale lavoro e lui mi dice: “le abbiamo staccato il telefono perché sta passando a un altro gestore”. Peccato appunto che l’altro gestore sapeva un’altra data e prima di quella non potrà far partire il suo servizio. Così ora vivo in un limbo fatto di cellulare che prende e non prende…

In questi giorni mi è stato suggerito di lamentarmi, chiedere il risarcimento dei danni, contattare qualche associazione dei consumatori, forare le gomme alla prima panda rossa con logo Telecom che mi passa davanti e così via. Io mi sono limitata ad avvertire le persone con cui collaboro più stabilmente che non ho il fisso fino a mercoledì ma non voglio perdere altro tempo stando dietro  a questi delinquenti e al tempo stesso mi chiedo: a quante persone l’hanno fatto e lo fanno ogni giorno? Quanti di noi portano avanti un’attività, con tutte le mille difficoltà e incertezze che questo comporta, e si trovano di tanto in tanto a gestire anche questa carta “imprevisto” in questa a volte spassosa, a volte un po’ meno, vita da monopoly?

About Slawka

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la LUISS Business School, l'Università di Salerno, la Fondazione E. Mach e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR) e Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli)

7 comments

Sono anni che fantastico guardando le offerte della concorrenza, eppure stringo i denti e non cambio, sapendo che sia pur per un breve tratto, passerei un’esistenza d’inferno.

Devo spezzare però una lancia a favore di Telecom. Nel passaggio dalla vecchia alla nuova abitazione, avendoli avvisati della cessione del vecchio telefono e non del trasferimento sul nuovo (nella nuova casa c’è un impianto completamente nuovo e diverso, il c.d. “naked”), sono stati velocissimi ed efficienti tanto che sono rimasto sopreso anche io.

C’è anche da dire che come continuità di servizio, non so gli altri, ma telecom mi ha abituato quasi ad un 100% annuale. A volte il maledetto monopolista ha anche qualche vantaggio. Si sa, mi piace fare l’avvocato delle cause perse 🙂

Ciao, Fil.

eheheh mitico chi ti ha consigliato di forare le gomme alla prima panda rossa con logo Telecom che trovi in giro 😉
Putroppo però da solo sfogo al senso di frustrazione in cui ti fanno precipitare, ma non risolve la situazione…

Francesca, la soluzione-gomme è già uno sfogo solo a scriverla 🙂
Giovanni, mal comune mezzo gaudio.
Filippo, la continuità di servizio in realtà non è che mi facesse impazzire neppure prima, altrimenti sarei rimasta con loro…

Visioni brunellose – ma che bel nick! 😉
Francesca, dimenticavo… la battuta della panda, per ora è solo una battuta ma considerando quante ne passano ultimamente sotto casa mia… non sia mai che ceda alla tentazione 😛

Lascia un commento

*