Il vino sorpassa la birra sul circuito Nascar

Il binomio Nascar e birra poteva sembrare piuttosto scontato, e in effetti, a detta di molti, fino a qualche anno fa non ci si sarebbe mai sognati di vedere una bottiglia di vino in occasione di queste gare da corsa, o, per chi ha una cultura un po’ più “pop”, sul set di “Giorni di Tuono” con Tom Cruise e Nicole Kidman.
Eppure la rivoluzione nelle abitudini dei Nascar fan, e degli sponsor, sta avendo luogo, come si legge anche su AdAge. Così, in quello che prima era il regno di Budweiser & Co, ora si bevono i vini delle aziende californiane che hanno deciso di sponsorizzare le automobili che prendono parte al circuito – dalla Bennett Lane Winery alla Ravenswood Winery. Lo stesso titolare della Bennett Lane correva in passato in questi circuiti.
Tutto ciò è l’ennesima prova che il mercato del vino negli Stati Uniti ha ancora grandissime potenzialità di crescita, grazie anche a questo spostamento nelle preferenze, e di fatto nello stile di vita, dei consumatori.

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Salerno, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR, seconda edizione nel 2017), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Lascia un commento

*