In store promotion e influenza aviaria

La mia esperienza professionale mi ha sempre portato a collegare le promozioni nei punti vendita con la Gdo, le farmacie e le profumerie.

Per molti degli altri esercizi del retail del food – vedi gli alimentari & Co – le promozioni in-store e i materiali da distribuire nel punto vendita erano di difficile fattibilità, una questione legata soprattutto alle superfici ridotte degli esercizi commerciali. Ma come sempre necessità fa virtù, e così, in tempi di panico da influenza aviaria nelle macellerie sono apparsi display con materiali informativi da fare invidia a un ipermercato del Nord-Ovest. Un’attività promossa dagli assessorati all’agricoltura di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto che hanno finanziato la realizzazione dei materiali informativi e promosso la distribuzione in 5.500 macellerie delle stesse regioni. Ecco l’elenco dei materiali creati per questa campagna:
  • Espositori da banco contenenti depliant informativi sull’etichettatura volontaria e le caratteristiche nutrizionali della carne avicola e cartoline con ricette di preparazioni gastronomiche a base di pollo e tacchino tratte da “Il Cucchiaio d’Argento” dell’Editoriale Domus.
  • Vetrofanie
  • Locandine

Consulente di comunicazione e marketing enogastronomico per aziende piccole e grandi. Docente presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. l'Università di Salerno, lo IUSVE di Venezia e la Fondazione E. Mach. Autrice di vari volumi tra cui i manuali Marketing del vino (2014, Edizioni LSWR, seconda edizione nel 2017), Marketing del gusto (2015, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli), e Marketing dei prodotti enogastronomici all'estero (2017, Edizioni LSWR, con Luciana Squadrilli e Rita Lauretti).

Lascia un commento

*